SEI IN > VIVERE TERNI > CRONACA
articolo

Violento e socialmente pericoloso, nigeriano accompagnato al centro per il rimpatrio

1' di lettura
30

immigrazione

Al rifiuto della richiesta di rinnovo per protezione internazionale da parte della Commissione per i rifugiati, è seguito il rifiuto del rinnovo di permesso di soggiorno da parte dell’Ufficio Immigrazione di Terni per pericolosità sociale.

Denunciato più volte dalla Polizia di Stato ternana per vari reati, tra cui estorsione, danneggiamento, violenza privata, atti persecutori e violenza sessuale, nonostante fosse stato accolto da parrocchie ed associazioni, il 36enne era senza fissa dimora in Italia; dedito al bere, non riusciva a controllarsi e la sua violenza, soprattutto in questo ultimo periodo, si era concentrata su una donna che lavorava in un supermercato, a cui erano seguiti vari interventi della Squadra Volante con successive denunce.

Appena stato possibile, da un punto di vista burocratico, la 3° Sezione - Espulsioni dell’Ufficio Immigrazione ha messo in moto la procedura per trattenerlo al CPR di Ponte Galeria per il successivo rimpatrio al suo Paese di origine.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram  e WhatsApp di Vivere Terni .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereterni o Clicca QUI. Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereTerni.


immigrazione

Questo è un articolo pubblicato il 24-04-2024 alle 17:51 sul giornale del 26 aprile 2024 - 30 letture






qrcode