SEI IN > VIVERE TERNI > LAVORO
comunicato stampa

Malattie professionali, 3 Open day tra Terni e Orvieto

1' di lettura
18

Nelle settimane in cui si discute di sicurezza sui luoghi di lavoro gli uffici del patronato Acli di Perugia e di Terni aprono le loro porte per l’ascolto dei lavoratori che richiedono assistenza in quanto soffrono di problemi di salute causati dall’attività di lavoro che stanno svolgendo o che hanno svolto.

Con questi open day il patronato Acli promuove un'azione di tutela dei diritti partendo dall’ascolto in una realtà, come quella umbra, caratterizzata da un aumento delle malattie professionali rilevate nel 2023, con un incremento superiore al 25 per cento rispetto all'anno precedente.

“Abbiamo scelto di dedicare dei veri e propri open day all’informazione e alla sensibilizzazione sulla tutela dei diritti e il loro riconoscimento per ottenere il giusto indennizzo dall’Inail nei casi di malattia professionale da lavoro perché questo è un tema molto sentito dal nostro patronato” dice la presidente provinciale Flavia Chitarrini.

“La promozione di una maggiore consapevolezza dei rischi nel lavoro e degli obblighi connessi alla sicurezza sul lavoro, anche tramite l’attuazione delle tutele necessarie e specifiche in caso di malattie professionali, è uno degli obiettivi su cui il patronato Acli si concentrerà quest’anno” precisa il direttore della sede del patronato Acli di Terni, Amedeo Contili.

Appuntamento il 18 aprile a Terni, nella sede provinciale del patronato Acli, in via Carbonario 16 (piazza del Mercato), il 9 maggio a Cesure, viale Rossini 117 e il 16 maggio a Orvieto in piazza Monte Rosa 56

Gli operatori saranno a disposizione gratuitamente, per prenotare l’appuntamento 0744 407647; terni@patronato.acli.it

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram  e WhatsApp di Vivere Terni .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereterni o Clicca QUI. Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereTerni.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2024 alle 11:46 sul giornale del 17 aprile 2024 - 18 letture






qrcode