SEI IN > VIVERE TERNI > CRONACA
articolo

Pakistano trova fede nuziale e la porta in Questura, riconsegnata ad una coppia di ternani

1' di lettura
14

E’ stato un bel momento quello che lunedì mattina in via Antiochia ha visto l’incontro tra il Questore Bruno Failla e una coppia di sposi ternani.

Lo scorso ottobre, un 33enne di origini pakistane residente a Terni, aveva portato in questura una fede nuziale che aveva ritrovato in via Bramante; all’interno dell’anello, in oro giallo, vi era incisa la scritta “Fabiana 23.10.1983”.

La fede era stata subito inserita nella bacheca online della Polizia di Stato degli oggetti rubati o rinvenuti e sulla pagina Facebook della Questura di Terni, ma nonostante il passare dei giorni, nessuno era venuto a reclamarla.

Il personale della Divisione Anticrimine, allora, ha deciso di richiedere un accertamento all’Ufficio Anagrafe del Comune di Terni e, grazie alla preziosa e puntuale collaborazione dell’Ufficiale di Stato Civile, Mariangela Pitorri, nel giro di pochissimo tempo si è arrivati a rintracciare la coppia che si era sposata a Terni il 23 ottobre del 1983: il dottor Luigi De Santis e sua moglie Fabiana Forti.

Lunedì mattina in via Antiochia, la riconsegna del prezioso anello da parte del Questore Failla che ha voluto sottolineare il valore simbolico della fede a suggello di un matrimonio stabile e duraturo.

Il dottor De Santis, medico ternano, ha detto che si era accorto che la fede gli era caduta, andando a finire in un tombino, ma che non era riuscito più a trovarla, e insieme alla moglie, hanno espresso la loro gratitudine per il ragazzo che l’ha trovata e per tutti quelli che si sono adoperati per riconsegnarla.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram  e WhatsApp di Vivere Terni .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereterni o Clicca QUI. Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereTerni.




Questo è un articolo pubblicato il 05-02-2024 alle 16:00 sul giornale del 06 febbraio 2024 - 14 letture






qrcode