Maltempo sull'Italia, con Attila torna la neve fino in pianura

3' di lettura 23/01/2023 - (Adnkronos) - Nel corso della settimana appena iniziata il maltempo non mollerà la presa: l'Italia dovrà ancora fare i conti con pioggia, temperature più fredde e anche tanta neve.

I grandi movimenti a scala emisferica stanno favorendo l'arrivo di correnti di aria fredda in discesa dal Nord Europa, quasi senza soluzione di continuità e ciò determinerà ancora possibili sorprese nevose su molte delle nostre regioni. Antonio Sanò, direttore e fondatore del sito www.iLMeteo.it comunica che già dalla giornata odierna la sciabolata artica di Attila provocherà un nuovo peggioramento del tempo: le correnti fredde in ingresso dalla Porta del Rodano favoriranno la formazione di un Ciclone in grado di scatenare precipitazioni intense, anche sottoforma di temporali e violente raffiche di vento. Non ci saranno solo piogge intense, ma potrebbe tornare anche la neve, in particolare al Centro e al Nord Viste le temperature particolarmente basse è lecito attendersi fiocchi localmente su alcune zone di pianura, in particolare su quelle di Piemonte, Emilia Romagna e Lombardia (qui pioggia mista a neve in pianura); fino a bassissima quota invece su Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Qualche nevicata portata dal forte vento dai quadranti settentrionali potrebbe fare la sua comparsa fino a quote di bassa collina sul versante adriatico di Marche e Abruzzo. Nei giorni a seguire, come confermano gli ultimi aggiornamenti, continuerà a insistere una circolazione depressionaria che richiamerà venti freddi nordorientali. In questo contesto ci saranno precipitazioni sulle regioni adriatiche centrali, sulle Isole Maggiori e poi sui settori ionici, con fiocchi fino a quote di collina. Altrove invece condizioni meteo più stabili con un leggero aumento delle temperature specie nelle ore centrali della giornata. Successivamente, gli ultimi aggiornamenti propendono per una nuova fase molto fredda a causa dell'ingresso di una massa d'aria gelida di origine artico-continentale che dalla Russia potrebbe raggiungere il nostro Paese. Se ciò venisse confermato è lecito attendersi un ulteriore drastico calo delle temperature che si porteranno sotto le medie climatiche di riferimento, soprattutto al Centro-Nord.

Nel dettaglio Lunedì 23. Al nord: cielo coperto, precipitazioni su tutte le regioni, nevose fino a quote pianeggianti. Al centro: diffusa instabilità su gran parte dei settori, neve a quote collinari. Al Sud: più instabile sulle coste della Campania. Martedì 24. Al nord: a tratti instabile sul Piemonte occidentale con nevicate a quote collinari, possibili anche sul Friuli. Al centro: piogge su basso Lazio e Sardegna orientale, qui con neve a 800-900 metri. Al Sud: sempre piuttosto instabile sulla Sicilia; sole altrove. Mercoledì 25. Al nord: un po' instabile al Nordovest, soleggiato invece altrove. Al Centro: diffusa instabilità sulla fascia adriatica e in Sardegna. Al sud: maltempo su Puglia, Calabria e Sicilia ionica.

TENDENZA: persistono condizioni di diffusa instabilità al Centro-Sud, con nevicate sui rilievi. Migliora invece al Nord grazie al rinforzo dell'alta pressione.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Facebook e Telegram di Vivere Terni .
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Telegram cerca il canale @vivereterni o Clicca QUI.





Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 23-01-2023 alle 09:52 sul giornale del 24 gennaio 2023 - 14 letture

In questo articolo si parla di attualità, adnkronos

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dOwx





logoEV
logoEV
qrcode