Fondi pubblici nazionali e benefici fiscali: Terzoni, M5S "Marche e Umbria rischiano di rimanere indietro pur avendone diritto"

Patrizia Terzoni 3' di lettura 29/04/2021 - "Marche e Umbria stanno soffrendo la crisi e si stanno allontanando dalle regioni in buono stato economico dell'Europa e dell’Italia. I dati degli indicatori macro-economici e sociali elaborati dalla Commissione Europea per classificare le regioni per la prossima programmazione dei contributi economici europei 2021-2027 dimostrano che nelle due regioni il reddito pro-capite sta calando rispetto alle regioni più floride. Questi territori stanno soffrendo maggiormente non solo gli effetti della pandemia ma pregresse condizioni di vulnerabilità del sistema economico, connesse all'età della popolazione, al tipo di industria e servizi che le connotava, all'impatto di gravi emergenze naturali non ultimo il Sisma del 2016. Davanti a questo declino bisogna agire e mobilitarsi" è l'appello che la deputata Patrizia Terzoni lancia agli altri parlamentari di ogni schieramento delle due regioni e alle forze politiche.

“Il tessuto sociale ed economico non solo ha subito le ripercussioni del sisma ma si è dimostrato particolarmente fragile sia per ragioni demografiche sia per la composizione delle imprese, molte delle quali di piccole e medie dimensioni; queste ultime sono state particolarmente toccate dalle crisi finanziarie tra il 2008 e il 2011 e dalle politiche di cosiddetto dumping sociale, con dismissioni per delocalizzare in altri stati ma anche in altre regioni Italiane. Gli indicatori delle due regioni sono in peggioramento, tanto che il PIL pro-capite è molto inferiore alla media delle regioni europee.

Infatti il Consiglio Europeo dell'11 dicembre 2020 chiamato a stabilire i nuovi criteri per la suddivisione delle regioni europee nelle tre categorie - in buono stato economico; in transizione e in stato economico negativo - ha classificato Umbria e Marche tra le regioni intermedie "in transizione" unendosi quindi alle regioni Abruzzo, Molise e Sardegna, anch’esse in regime di transizione.

Insomma, un passo indietro allarmante.

"Da un lato questa classificazione farà arrivare più aiuti da Bruxelles. Però, senza una simmetrica e sinergica azione del Governo con politiche adeguate che possono essere decise a scala nazionale, si rischia di non riuscire a rilanciare le economie delle due regioni e di non garantire i principi su cui è fondata la Politica di Coesione Territoriale sviluppata dallo Stato Italiano. Di fatto la politica di Coesione è proprio volta a garantire il rafforzamento della coesione economica, sociale e territoriale ed ha l’obiettivo di ridurre le disparità di sviluppo fra le regioni ed eguagliare le opportunità socio-economiche dei cittadini.

Per questo ho predisposto una mozione ed una interrogazione, già sottoscritta dai miei colleghi marchigiani pentastellati, con cui intendo impegnare il Governo ad agire di conseguenza, sia in termini di investimenti diretti sia allargando i benefici fiscali previsti per il Sud anche alle regioni dell'Italia centrale in "transizione". Di fatto le regioni interessate da queste politiche di coesione, le così dette leggi speciali per il sud, corrispondono alle regioni in transizione (Abruzzo,Molise e Sardegna) e in stato economico negativo (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). Non è quindi una questione di campanile ma ma di dati oggettivi che dovrebbero far preoccupare tutti al di là dello schieramento di appartenenza. Mi aspetto una larga adesione da parte di partiti ed esponenti politici a tutti i livelli perché è in gioco il futuro delle due regioni per decenni. Auspico quindi una battaglia comune in Parlamento e nelle altre sedi decisionali." conclude la Terzoni.


da On. Patrizia Terzoni
Movimento 5 Stelle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2021 alle 13:04 sul giornale del 30 aprile 2021 - 123 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Movimento 5 Stelle, M5S, On. Patrizia Terzoni, patrizia terzoni, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bZ4K